Area riservata
Eventi e News
Dal 01 Giugno 2014 al 31 Agosto 2014
Comune di Locana
Dal 16 Giugno 2014 al 08 Agosto 2014
Comune di Locana
Dal 05 Luglio 2014 al 27 Settembre 2014
Summit 4061 Guide Gran Paradiso
Dal 12 Luglio 2014 al 17 Agosto 2014
Club Alpinistico Pontese
Dal 19 Luglio 2014 al 30 Agosto 2014
Parco Nazionale Gran Paradiso , Comune di Locana e Proloco
Dal 24 Luglio 2014 al 29 Luglio 2014
Comitato Sant'Anna Praie
26 Luglio 2014
Comune di Locana e Parco Nazionale Gran Paradiso
26 Luglio 2014
Comitato
Dal 31 Luglio 2014 al 13 Agosto 2014
Parco Nazionale del Gran Paradiso
Dal 01 Agosto 2014 al 02 Agosto 2014
Comitato Montigli
Dal 02 Agosto 2014 al 24 Agosto 2014
Alessandro Cappa
02 Agosto 2014
Comune di Locana e Parco Nazionale Gran Paradiso
Dal 04 Agosto 2014 al 05 Agosto 2014
Erika e Titti
07 Agosto 2014
Associazione San Vito Cambrelle
Dal 12 Agosto 2014 al 18 Agosto 2014
Centro Visitatori "Antichi e Nuovi mestieri della Valle Orco" Locana
Dal 23 Agosto 2014 al 24 Agosto 2014
Comune di Locana e Parco Nazionale del Gran Paradiso
14 Settembre 2014
Provincia di Torino, Turismo Torino e Provincia, Parco Nazionale Gran Paradiso, Gal e Comuni

Presentazione

Il territorio

cartina del territorioRisalendo la Valle Orco per la ex S.S.460, a 62 Km da Torino, si incontra Locana, situata al centro di una bella conca verdeggiante racchiusa tra abbondanti pascoli, boschi centenari e le quasi cento frazioni che si estendono sui due versanti dei pendii. È uno dei comuni più estesi d'Italia, infatti, con i suoi 13.274 ettari risulta avere il territorio più vasto tra i comuni della Comunità Montana Valli Orco e Soana. Si estende su due versanti montani, di cui uno confina a Nord con la Valle d'Aosta e con Ronco, l'altro confinante a Sud con la Val Grande di Lanzo, a Ovest con Noasca , ad Est con Ribordone ed infine a Sud-Est con Sparone. Si sviluppa su altitudini che variano dai 539 metri a fondovalle sino ai 3692 metri della Torre del Gran San Pietro. La fascia settentrionale del territorio a monte dell'Orco, tra le località di Perebecche e Prà, comprendenti i valloni di Valsoera e di Piantonetto , fa parte del Parco Nazionale del Gran Paradiso, quindi zona protetta da leggi naturalistiche. Locana vista dall'altoPasseggiando nella zona di mezza montagna tra piccoli borghi dall'aspetto rupestre e castagneti secolari si possono godere un clima piacevole e suggestivi panorami su ampie porzioni del territorio comunale, condizioni ideali per quei turisti e villeggianti che non desiderano effettuare escursioni molto impegnative o soggiornare ad altitudini troppo elevate. Il Vallone di Piantonetto oltre a spiccare per la varietà di flora e fauna protetta è conosciuto anche per le vette bellissime e famose che sono in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di trekking, alpinismo e arrampicata. Locana vista dall'alto da altra prospettivaDa ricordare la presenza d'importanti tracciati quali il G.T.A. (Grande Traversata delle Alpi) e dell'A.V.C (Alta Via del Canavese), di recente sistemazione, che permettono trekking di più giorni appoggiandosi a posti tappa rifugi e bivacchi. L'abitato di Locana si adagia sull'ampio fondovalle, protetto dalle estreme propaggini del Monte Arzola m 2158, ed è solcato dalla statale 460 di Ceresole, che si affianca al corso dell'Orco. La zona settentrionale del territorio è costellata di laghi alpini e ghiacciai, mentre i valichi si trovano su ambedue i versanti. Demograficamente Locana conta 1704 abitanti circa che vengono denominati locanesi. La festa patronale è il Cantellino che ricorda la Natività di Maria Vergine.

Attività economiche

Il comune per la buona posizione e per la popolosità, fu e in parte è tuttora, un cospicuo centro di attività economiche. In tempi non molto lontani vi erano 33 mulini, diverse fucine, ferriere, laboratori per la lavorazione del rame, molto rinomati in Canavese e inoltre cave di feldspato, di pietre da macine, da calce e per l'edilizia. Gli abitanti erano specializzati nel mestiere dei calderai e furono molto richiesti anche al di fuori del territorio locale, spingendosi, oltre che nei centri di tutto il Piemonte, fino in Liguria. L'attività agricola era particolarmente importante sia per il ricco patrimonio zootecnico che per la buona produzione di formaggi, assai rinomati, di foraggio e di castagne. Attualmente rimane abbastanza rilevante l'allevamento del bestiame, la produzione casearia e di miele e il settore commerciale, nonché si denota una ripresa dell'artigianato tipico in particolar modo della lavorazione del legno. Maggiore incidenza economica per la zona hanno avuto e continuano, anche indirettamente, ad avere gli impianti idroelettrici dell'A.E.M. che ha due grandi centrali a Rosone e Bardonetto e tre dighe in alta montagna a Teleccio, Valsoera e Eugio.

Ricettività

Locana dispone di una discreta ricettività grazie alla possibilità di affittare camere e piccoli alloggi stagionalmente, rifugi alpini ben gestiti e a numerosi ristoranti e trattorie che non hanno dimenticato la gustosa cucina di un tempo.

Poesia su Locana

Cara Valadda, dal Gran Paradis a Santa Maria 'd Pont
con l'ervera ca bagna 'l mé bél paijs
Locana cara, da la Villa a le tue sent borga
Da Montpian ai Mintij - dl Pre ai fej - dal Carel a la Cialma
Te tutta na festa 'd pra, 'd giardin fiorij,
'd gran bosch, 'd pin e d'arboij, 'd rian ca canten, 'd lacc ca rien.
La tua gent dai temp di magnin e 'd spaciaforneij
A se sempre detta 'n gran da far
E adess a cuntinua a tirase su le manie
Pensant mecca 'd travajar
Ma cun in tl coeur la gioia d'aver tanti amis
E 'd far sempre dl ben al so bel paijs.

Presentazione

Il territorio

cartina del territorioRisalendo la Valle Orco per la ex S.S.460, a 62 Km da Torino, si incontra Locana, situata al centro di una bella conca verdeggiante racchiusa tra abbondanti pascoli, boschi centenari e le quasi cento frazioni che si estendono sui due versanti dei pendii. È uno dei comuni più estesi d'Italia, infatti, con i suoi 13.274 ettari risulta avere il territorio più vasto tra i comuni della Comunità Montana Valli Orco e Soana. Si estende su due versanti montani, di cui uno confina a Nord con la Valle d'Aosta e con Ronco, l'altro confinante a Sud con la Val Grande di Lanzo, a Ovest con Noasca , ad Est con Ribordone ed infine a Sud-Est con Sparone. Si sviluppa su altitudini che variano dai 539 metri a fondovalle sino ai 3692 metri della Torre del Gran San Pietro. La fascia settentrionale del territorio a monte dell'Orco, tra le località di Perebecche e Prà, comprendenti i valloni di Valsoera e di Piantonetto , fa parte del Parco Nazionale del Gran Paradiso, quindi zona protetta da leggi naturalistiche. Locana vista dall'altoPasseggiando nella zona di mezza montagna tra piccoli borghi dall'aspetto rupestre e castagneti secolari si possono godere un clima piacevole e suggestivi panorami su ampie porzioni del territorio comunale, condizioni ideali per quei turisti e villeggianti che non desiderano effettuare escursioni molto impegnative o soggiornare ad altitudini troppo elevate. Il Vallone di Piantonetto oltre a spiccare per la varietà di flora e fauna protetta è conosciuto anche per le vette bellissime e famose che sono in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di trekking, alpinismo e arrampicata. Locana vista dall'alto da altra prospettivaDa ricordare la presenza d'importanti tracciati quali il G.T.A. (Grande Traversata delle Alpi) e dell'A.V.C (Alta Via del Canavese), di recente sistemazione, che permettono trekking di più giorni appoggiandosi a posti tappa rifugi e bivacchi. L'abitato di Locana si adagia sull'ampio fondovalle, protetto dalle estreme propaggini del Monte Arzola m 2158, ed è solcato dalla statale 460 di Ceresole, che si affianca al corso dell'Orco. La zona settentrionale del territorio è costellata di laghi alpini e ghiacciai, mentre i valichi si trovano su ambedue i versanti. Demograficamente Locana conta 1704 abitanti circa che vengono denominati locanesi. La festa patronale è il Cantellino che ricorda la Natività di Maria Vergine.

Attività economiche

Il comune per la buona posizione e per la popolosità, fu e in parte è tuttora, un cospicuo centro di attività economiche. In tempi non molto lontani vi erano 33 mulini, diverse fucine, ferriere, laboratori per la lavorazione del rame, molto rinomati in Canavese e inoltre cave di feldspato, di pietre da macine, da calce e per l'edilizia. Gli abitanti erano specializzati nel mestiere dei calderai e furono molto richiesti anche al di fuori del territorio locale, spingendosi, oltre che nei centri di tutto il Piemonte, fino in Liguria. L'attività agricola era particolarmente importante sia per il ricco patrimonio zootecnico che per la buona produzione di formaggi, assai rinomati, di foraggio e di castagne. Attualmente rimane abbastanza rilevante l'allevamento del bestiame, la produzione casearia e di miele e il settore commerciale, nonché si denota una ripresa dell'artigianato tipico in particolar modo della lavorazione del legno. Maggiore incidenza economica per la zona hanno avuto e continuano, anche indirettamente, ad avere gli impianti idroelettrici dell'A.E.M. che ha due grandi centrali a Rosone e Bardonetto e tre dighe in alta montagna a Teleccio, Valsoera e Eugio.

Ricettività

Locana dispone di una discreta ricettività grazie alla possibilità di affittare camere e piccoli alloggi stagionalmente, rifugi alpini ben gestiti e a numerosi ristoranti e trattorie che non hanno dimenticato la gustosa cucina di un tempo.

Poesia su Locana

Cara Valadda, dal Gran Paradis a Santa Maria 'd Pont
con l'ervera ca bagna 'l mé bél paijs
Locana cara, da la Villa a le tue sent borga
Da Montpian ai Mintij - dl Pre ai fej - dal Carel a la Cialma
Te tutta na festa 'd pra, 'd giardin fiorij,
'd gran bosch, 'd pin e d'arboij, 'd rian ca canten, 'd lacc ca rien.
La tua gent dai temp di magnin e 'd spaciaforneij
A se sempre detta 'n gran da far
E adess a cuntinua a tirase su le manie
Pensant mecca 'd travajar
Ma cun in tl coeur la gioia d'aver tanti amis
E 'd far sempre dl ben al so bel paijs.